CHI È E COSA FA UN IBCLC?

COME SI DIVENTA IBCLC

COSA SI INTENDE CON PERCORSO NASCITA?

COSA SI INTENDE CON DIADE?

COSA SIGNIFICA PARTO ATTIVO?

COSA SIGNIFICA OMS?

COSA SI INTENDE CON PARTO DOLCE?

IN COSA CONSISTE IL BREAST-CRAWL?

COSA SONO I DIECI PASSI UNICEF?

 

CHI È E COSA FA UN IBCLC?

Il termini IBCLC è un acronimo (International Board Certificated Lactation Consultant) che viene tradotto e semplificato in italiano con la definizione di “Consulente Professionale in Allattamento Materno”.
L’ibclc ti aiuta a prevenire problemi di allattamento, fornisce informazioni e formazione, durante la gravidanza ed oltre, ad altri professionisti e a mamme come te. Interviene in caso di problematiche, e in collaborazione e rete con altri professionisti della salute. Identifica il problema e definisce un programma di recupero personalizzato, secondo i tuoi obiettivi e le possibilità tue e del tuo bambino.
Ti segue anche nel periodo dell’introduzione dei cibi solidi, durante il tuo rientro lavorativo, nel caso in cui si desidera smettere di allattare, o si allatta durante un’altra gravidanza e in tandem.
Si occupa di fisiologia e prevenzione, ma anche di allattamenti in casi speciali come gemellarità, sindrome di Down, labiopalatoschisi, malattie croniche ed acute di mamma e bimbo.

In italia la maggiorate degli ibclc è rappresentata dall’Associazione di categoria Aicpam (link) di cui faccio parte in qualità di membro del Consigliero Direttivo, dal 2015.

COME SI DIVENTA IBCLC?

Per diventare Ibclc, occorre avere una formazione teorica di base (laurea), una formazione specifica nella lattazione umana (90 ore) e un monte ore di pratica clinica che va da un minimo di 300 ad un massimo di 1000 a seconda del percorso formativo di base.
Una volta raggiunti i requisiti richiesti è possibile sostenere un esame, il cui esito positivo dà diritto alla certificazione e alla professione di Consultant Lactation. Ogni 5 anni la certificazione va rinnovata, tramite la dimostrazione degli aggiornamenti effettuati e/o la ripetizione dello stesso esame.
Io ho ottenuto la certificazione nel 2011 e ho effettuato la prima ricertificazione nel 2016.
Puoi trovare il mio nome nel registro dell’ente certificatore IBLCE (link) , inserendo il mio codice identificativo L-15164
Per saperne di più visita il sito www.diventareibclc.it

COSA SI INTENDE CON PERCORSO NASCITA?

Il percorso nascita è il periodo che va dal concepimento di un figlio, fino al suo nono mese di vita.
Esso comprende la gestazione, ma anche la cosiddetta esogestazione. L’intero periodo nel quale la componente endocrina, emotiva e comportamentale della diede mamma/bambino vivono in stretta interconnessione l’un l’altro. Si conclude, quando il bambino, inizia ad entrare nel vivo della sua fase di differenziazione dalla madre.

Nel mio modo di lavorare presto grande importanza al Percorso Nascita, a come si è svolto e a come poterlo vivere al meglio. Perchè è in esso che molte cose si determinano e si avviano, determinando il seguito della relazione della modalità di accudimento e del legame mamma/bimbo.

COSA SI INTENDE CON DIADE?

È la coppia mamma/bimbo, indissolubilmente legate l’un l’altro, specialmente durante la gravidanza e i primi mesi di vita. In molti documenti OMS o Unicef si fa riferimento alla diade in quanto interconnessi sia a livello fisico, che emotivo.

 

COSA SIGNIFICA PARTO ATTIVO?

Il parto attivo è un parto che rispetta le competenze innate e  fisiologiche della donna di partorire, ne rispetta le sue intenzioni e i suoi desideri. Tutte condizioni, guarda caso, che sono in linea con le Raccomandazioni OMS per il Parto/Nascita.

 

COSA SIGNIFICA OMS?

È un acronimo che sta per Organizzazione Mondiale della Sanità. In inglese WHO.

 

COSA SI INTENDE CON PARTO DOLCE?

È il termine che descrive le condizioni ideali con le quali si dovrebbe accogliere un neonato appena partorito. Luci soffuse, poche persone, rumori al minimo,  ambiente caldo, nessuna separazione dalla mamma, breast-crawl, ritardato clampaggio del cordone ombelicale, precoce attacco al seno. Il termine è stato coniato dal famoso ostetrico francese F.Leboyer e trasmesso in tutto il mondo.

 

IN COSA CONSISTE IL BREAST-CRAWL?

È il termine che identifica quel particolare momento nel quale il neonato appena uscito dal ventre materno, con ancora il cordone ombelicale attaccato, e la vernice caseosa addosso, viene appoggiato sul ventre materno. Le sue competenze e istinti innati lo conducono, strisciando ad attaccarsi al capezzolo e ad attaccarsi per succhiare il latte e placare la sua fame di latte e amore.

È spesso in questa fase che avviene l’imprinting madre-figlio e si avvia il processo di attaccamento. Ed è uno dei cosiddetti Dieci Passi Unicef per un corretto avvio dell’allattamento

 

COSA SONO I DIECI PASSI UNICEF?

È l’insieme di tutte quelle strategie considerate più utili per un corretto avvio e mantenimento dell’allattamento al seno. Sono 10 strategie che gli Ospedali Amici dei Bambini devono attuare in toto per potersi fregiare di questo riconoscimento e sono stati ideati nell’ottica di promuovere, sostenere e proteggere l’allattamento al seno.